ho. mobile: possibile furto dei dati di milioni di utenti sul dark web!

I dati di milioni di utenti ho. mobile sono trapelati sul deep web. Questo è quanto ci comunica tramite un tweet la Bank Security, azienda esperta del settore della sicurezza informatica.

ho. mobile dati

Arriva come un fulmine a ciel sereno la notizia di dati dei clienti ho. mobile trapelati sul deep web, in vendita per chiunque sia disposto a pagare una somma esigua in cambio di informazioni che possono portare a svuotare carte e conti correnti.

Nonostante il 2020 sia stato un anno terribile e catastrofico, non è arrivato ancora il momento di mettere un punto ai tantissimi aspetti negativi che lo hanno e continuano a caratterizzarlo.

Da dove arriva la notizia?

Questo annuncio è stato condiviso tramite un tweet di Bank Security sulla nota piattaforma californiana.

La fonte è sicura: non stiamo parlando di una persona che spaccia bufale sul web, ma di un’azienda che si occupa di scovare le minacce informatiche.

Come specificato nel tweet, i malfattori sono riusciti ad ottenere i dati personali, indirizzi e-mail, numeri di cellulare e ICCID delle SIM dei malcapitati clienti ho. mobile.

L’azienda di sicurezza informatica è riuscita ad ottenere un campione di tali dati, mostrando appunto un esempio delle informazioni rubate.

Dunque possiamo notare che i dati bancari non sono presenti in questo campione, ma ciò non vuol dire che la situazione sia meno grave di quel che sembra.

Infatti, con queste informazioni è possibile prendere il controllo delle SIM degli utenti e, di conseguenza, accedere agli SMS contenenti le One Time Password di PostePay o i codici delle autenticazioni a due fattori.

Al momento, ho. mobile non ha ancora rilasciato alcun commento riguardo alla trafuga di questi dati.
È difficile che giungerà una smentita, ma possiamo solo sperarlo.

Ad oggi non è mai successo un caso simile, che (se confermato) porterebbe alla violazione dati probabilmente più grande di sempre, con oltre 2,5 milioni di clienti coinvolti.

Cosa fare se sei o sei stato un cliente ho. mobile per evitare spiacevoli conseguenze?

Proprio per evitare danni, ti consigliamo di rimuovere il numero non sicuro dai principali servizi bancari e di acquisti online (compresi Amazon e PayPal) e di sostituirlo con uno nuovo o mai registrato nel database di Ho. Mobile.

Come ulteriore misura di sicurezza, potresti attivare un servizio di autenticazione sicuro come Microsoft Authenticator o Google Authenticator, che ti permettono di utilizzare l’autenticazione a due fattori tramite app dedicata e non via SMS.

Cambiare ora operatore non garantisce alcuna sicurezza: ormai i tuoi dati sono presenti nei registri ho. mobile e non vengono cancellati una volta passati ad altri concorrenti.

Proprio per questo, anche se sei stato ho. mobile in passato i tuoi dati sono a rischio.

Ovviamente, fino ad eventuale smentita, non inserire il numero di telefono coinvolto su piattaforme bancarie e cerca di limitarne l’utilizzo nel resto del web.

Comunque sia, per evitare possibili violazioni anche con altri operatori, è consigliabile non utilizzare il proprio numero di cellulare come mezzo di autenticazione.