fbpx

Il Canone Rai potrebbe tornare fuori dalla bolletta

Secondo le ultime indiscrezioni, il Governo Draghi sarebbe pronto ad accogliere le richieste dell’Unione Europea per scorporare il canone Rai dalla bolletta: «somma non correlata con l’energia elettrica».

canone rai bolletta

Addio al canone Rai in bolletta? L’ipotesi sembra ben più che un’ipotesi, ma una promessa. L’avrebbe richiesto l’Unione Europea, a cui non sarebbe piaciuta, nel 2015, la mossa dell’ex Governo Renzi di incorporare il pagamento del Canone in una bolletta energetica che non avrebbe nulla a che fare con il servizio pubblico. L’idea sbagliata, secondo la Commissione, sarebbe quella di raccogliere tramite le bollette somme che non sono direttamente correlate con l’energia.

Secondo il Messaggero, la promessa starebbe nel PNRR, ossia il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza presentato dal Governo per ottenere i fondi del Next Generation EU. Per ottenere i 200 miliardi di prestiti, il Governo Draghi avrebbe assecondato lo scontento dell’Unione Europea, inserendo nel piano lo scorporo del Canone Rai dalle bollette energetiche.

Si ritorna al sistema precedente?

Non è ancora chiaro come esattamente il Governo vorrà operare in tal senso: il Canone in bolletta ha aiutato a combattere l’evasione fiscale, ed è diminuito da quando è entrato in bolletta. Dai 113 euro precedenti lo scorporo, si è passati a 10 rate da 9 euro in bolletta della luce, totale 90 euro.

- Advertisement -

Resta da capire se il Governo Draghi vorrà tornare al modello precedente, con il rischio maggiore di evasione, o se riuscirà a trovare un sistema alternativo che permetta allo stesso tempo di non essere ostaggio degli evasori.

Il canone si può non pagarlo (legalmente)

Il canone, si sa, non è una tassa sulla Rai, ma sull’apparecchio televisivo atto a vedere i programmi Rai. Come il bollo della macchina insomma, va pagato anche se non si scende in strada.

Se tuttavia non si possiede alcun televisore, si può legalmente evitare di pagarlo, chiedendo l’esenzione.

Per chiedere l’esenzione basta mandare all’Agenzia delle Entrate questo apposito modulo compilato, chiamato “Dichiarazione Sostitutiva”. L’importante è adoperarsi per farlo entro il 31 gennaio di ogni anno, termine ultimo per chiedere l’esenzione dal canone.



Da non perdere

1 1 voto
Valuta l'articolo
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Mostra tutti i commenti

Seguici sui nostri social

358,866FansLike
52,045FollowersFollow
1,810IscrittiIscriviti

Ricevi le offerte in anteprima

- Advertisement -

Novità

0
Facci sapere che cosa ne pensi!x
()
x