fbpx

Legge di Bilancio: dal 2022 taglio delle accise per la Birra Made in Italy

Per sostenere la ripresa del comparto italiano, il Senato ha approvato un emendamento che favorisce la filiera dei produttori italiani con un taglio delle accise fino al 50%!

Una ottima notizia per tutti i produttori italiani di birra: il Senato ha approvato un emendamento nella legge di bilancio 2022 che supporta la filiera italiana tagliando le accise fino al 50%.

Secondo Coldiretti, l’emendamento approvato rappresenta un tassello fondamentale per lo sviluppo e il consolidamento di una filiera della birra 100% Made in Italy. Con un consumo di circa 31,5 litri pro capite e una produzione nazionale di 15,9 milioni di ettolitri il settore della birra in Italia, è composto da grandi, medi e piccoli operatori dal campo alla tavola, dalle materie prime (malto, orzo, luppolo) al settore alberghiero e della ristorazione fino alla distribuzione.

Con l’emendamento, i piccoli birrifici artigianali con una produzione sino a 10mila ettolitri avranno uno sconto sulle accise del 50%; chi produce fino a 30mila ettolitri avrà invece uno sconto del 30%, mentre le imprese sino a 60mila ettolitri avranno uno sconto di accise fino al 20%.

- Advertisement -

Tra queste riduzioni si prevede inoltre una graduale riduzione d’accisa, sino a scendere a 2,90 euro per ettolitro e per grado Plato nel 2023.

Il settore della birra in Italia

Secondo Coldiretti, il comparto della birra in Italia è riuscito a generare nel 2021 un valore globale di oltre 8,1 miliardi di euro, nonostante un crollo di oltre il 15% (con picchi negativi anche del 30%) nel 2020. ù

Il reparto brassicolo nostrano dà lavoro a oltre 140mila persone. A spingere la ripresa in questo 2021 è stata soprattutto la birra artigianale che conta circa 550.000.000 di litri prodotti ogni anno, di cui circa un terzo arriva da aziende agricole che trasformano direttamente i prodotti agricoli per fare birra.

Secondo Coldiretti, i giovani sarebbero fra i più attivi nel settore brassicolo con innovazioni che vanno dalla certificazione dell’origine a chilometro zero al legame con le aziende agricole ma con produzione di specialità altamente distintive o forme distributive innovative come i “brewpub”.



Da non perdere

0 0 voti
Valuta l'articolo
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Mostra tutti i commenti

Seguici sui nostri social

358,866FansLike
52,045FollowersFollow
1,810IscrittiIscriviti

Ricevi le offerte in anteprima

- Advertisement -

Novità

0
Facci sapere che cosa ne pensi!x
()
x