fbpx

Unicredit: rischio chiusura dei conti per chi acquista criptovalute?

A scatenare la polemica sono stati un messaggio privato da parte di un consulente di Unicredit e un tweet ufficiale della banca: le criptovalute violano le policy del Gruppo e il rischio è quello della chiusura del conto.

Ascolta questo articolo

Unicredit si mette contro migliaia di investitori nelle criptovalute: sì perché chi acquista bitcoin ed effettua bonifici sulle piattaforme come crypto.com e molte altre simili rischia seriamente la chiusura del conto.

Tutto è partito da due tweet, il primo dei quali riporta una conversazione su messaggio privato tra un cliente e il suo consulente di Unicredit. Quest’ultimo lo avvisa che Unicredit potrebbe bloccare i pagamenti verso siti di compravendita delle crypto: a rischio ci sarebbe la sicurezza, visto che le cryptovalute non sottostanno ad alcuna regolamentazione e sono a tutti gli effetti fuorilegge.

Ognuno con i propri soldi dovrebbe rischiare come vuole, si direbbe, ma Unicredit non la pensa così. E il messaggio continua: «ti sconsiglio di effettuare pagamenti di questo genere con il nostro conto perché non rispecchiano le policy della banca e questo potrebbe portare a delle segnalazioni e anche alla chiusura del conto».

- Advertisement -

È tutto qui il dilemma: spetta alla banca dire come gestire i propri soldi e sconsigliare certe operazioni? Le cryptovalute hanno un andamento fortemente volatile e sono considerate investimenti ad alto rischio, ma non più di investire nel mercato azionario senza averne una conoscenza.

La polemica si è poi estesa per tutto Twitter, cosa che ha portato l’account ufficiale di Unicredit a rilasciare un tweet di risposta che non trafuga dubbi.

«Le attuali policy di gruppo vietano relazioni con controparti emittenti valute virtuali o che agiscono da piattaforme di scambio».

Game, set, match. Fine delle discussioni. O meglio, questo è l’inizio di una polemica che non finirà certo qua, con molti correntisti che si sono dichiarati pronti a cambiare immediatamente conto corrente.

Unicredit non è l’unica banca con una dichiarata posizione contro le cryptovalute: secondo il tweet originale, anche alcune banche di credito cooperativo sconsigliano fortemente operazioni con le crypto.

Sei anche tu nella stessa posizione del correntista del tweet? Conosci banche con cui poter operare con le cryptovalute senza problemi? Scrivicelo nei commenti sotto!



Da non perdere

0 0 voti
Valuta l'articolo
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Mostra tutti i commenti

Seguici sui nostri social

358,866FansLike
52,045FollowersFollow
1,810IscrittiIscriviti

Ricevi le offerte in anteprima

- Advertisement -

Novità

0
Facci sapere che cosa ne pensi!x