Le migliori alternative legali a Spotify, sia gratuite che a pagamento!

0
4344

Abbiamo visto che è possibile risparmiare sull’abbonamento a Spotify Premium, ma in realtà ci sono decine di piattaforme che offrono lo stesso servizio di streaming musicale, tutte molto valide. In questo articolo andremo proprio ad analizzare le migliori alternative legali a Spotify!

Tra le più valide troviamo senza ombra di dubbio il tanto discusso Deezer, davvero molto simile al più famoso fratello, persino nel listino prezzi. Come Spotify, ha la funzione del download e dell’ascolto offline delle tracce ed è possibile provarlo per 30 giorni gratuitamente, al termine dei quali verrà a costare 9,99€ per utente singolo o 14,99€ per account famiglia.

Google Play Music è un altro buonissimo servizio che vanta di un vasto catalogo, download ed ascolto offline e della possibilità di caricare nella libreria qualsiasi file audio presente sul vostro pc, trasformandolo in una sorta di cloud. Anche per questo il costo è di 9,99€ per utente singolo o 14,99€ per account famiglia.

Amazon Music Unlimited, di cui abbiamo già parlato in passato, presenta anch’esso un ampio catalogo in continua espansione, da cui è possibile scaricare o ascoltare offline la vostra musica preferita. Il prezzo rimane 9,99€ per utente singolo o 14,99€ per account famiglia, ma nel caso foste utenti Prime avrete l’incentivo di pagare 99€ annuali il singolo abbonamento o 149€ annuali il familiare, risparmiando di fatto 2 mensilità!

Apple Music, invece, si distingue dai suoi concorrenti grazie alla completa sincronizzazione con gli altri servizi offerti da Apple e ad un periodo di prova di ben 90 giorni. Il costo si aggira sempre sui 9,99€ per utente singolo o 14,99€ per account famiglia, ma anche l’azienda di Jobs offre un incentivo, ma questa volta per studenti universitari, i quali potranno richiedere l’abbonamento singolo per 4,99€ mensili.

Ma ora vediamo invece quali sono le piattaforme completamente gratuite, che comunque sia si classificano nelle migliori alternative legali a Spotify.

Justhearit è l’app gratuita che più ricorda Spotify, seppur avente un catalogo parecchio inferiore alle controparti a pagamento. Il servizio risulta semplice e veloce, non richiede alcuna registrazione ed è gratuito.

Ampache è un altro servizio gratuito di streaming musicale e videomusicale. Compatibile con diversi device, rappresenta una valida alternativa gratuita alle piattaforme maggiori, seppur non disponendo di un imponente catalogo.

MusicUp è un’app che lascia di stucco per il suo design accattivante e semplice e per il database che non teme troppo i suoi fratelli maggiori. Disponibile gratuitamente, purtroppo non è compatibile con altri device all’infuori del computer desktop.

Queste sono tutte le migliori alternative legali a Spotify; decidere quale scegliere non risulterà molto semplice poiché praticamente tutti i servizi sono pressoché identici, ma è qui che le prove gratuite verranno in vostro soccorso. Ovviamente le piattaforme a pagamento offrono una più ampia raccolta di canzoni, sempre in continua espansione, ma per chi si accontenta anche quelle gratuite hanno il loro perché.