fbpx

Parcheggiare sulle strisce blu senza pagare? È consentito, ma ad alcune condizioni

Sapevi che in alcuni casi è consentito dalla Legge parcheggiare sulle strisce blu, di norma a pagamento, senza sganciare un centesimo? Vediamo a quali condizioni.

Ormai sempre più comuni adottano la sosta a pagamento, in particolare nelle zone maggiormente trafficate, spesso al centro città, e nelle fasce orarie clou.

Bisogna quindi stare sempre più attenti a dove si lascia la propria auto, controllando anche l’orario di sosta oltre al proprio portafogli, onde evitare spiacevoli sanzioni.

Molti, tuttavia, non sanno che è consentito dalla Legge stessa parcheggiare sulle strisce blu senza pagare la sosta.

- Advertisement -

Certo, non in ogni caso ovviamente. Esistono però delle condizioni specifiche per cui la sosta sulle strisce blu è ammessa anche senza sganciare un centesimo, a causa dell’illegittimità dei parchimetri o delle zone a pagamento.

Attenzione: l’obiettivo di questo articolo non è quello di incentivare a non pagare la tariffa di sosta, bensì di informare circa le norme vigenti che possono aiutare a contestare una multa. Non ci riteniamo perciò responsabili di eventuali ripercussioni.

Quando è consentito parcheggiare sulle strisce blu senza pagare

Andiamo ad analizzare le maggiori eccezioni alla regola:

I seguenti casi non esentano completamente dal ricevere multe, poiché a discrezione dell’ufficiale emettente.
Tuttavia garantiscono la certezza di vincere un eventuale ricorso, se sono rispettate le condizioni.

  1. Se i parchimetri dell’area di sosta a pagamento non sono funzionanti

    Ovviamente se il sistema stesso non ci offre la possibilità di pagare la tariffa, possiamo fare ben poco per rispettare la normativa.

    Certo è che, in caso si ottenga comunque la multa, bisognerà dimostrare al ricorso che di fatto i parchimetri non erano in funzione, magari scattando una foto preventiva.

  2. Se i parchimetri dell’area di sosta a pagamento non accettano bancomat o carta di credito

    In questo caso ci viene incontro la Legge di Stabilità del 2016.
    La norma pone l’obbligo a tutti i comuni di aggiornare i propri dispositivi di controllo della sosta veicolare, implementandovi il bancomat; così facendo, viene di fatti abilitato il pagamento mediante moneta elettronica.

    Anche in questo caso conviene munirsi di prove se si dovesse ricevere una multa.

  3. Se nell’area di sosta a pagamento non sono presenti in alternanza strisce bianche e strisce blu

    Sono a norma di legge le sole aree attrezzate con parcheggi sia a strisce bianche sia a strisce blu, in maniera alternata.
    Ci sono tuttavia alcune eccezioni a questo caso, come ad esempio le zone ZTL e le città d’arte.

    Bisogna informarsi bene circa le regole vigenti nel comune, nel caso si voglia fare ricorso ad una multa ricevuta.



Da non perdere

0 0 voti
Valuta l'articolo
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Mostra tutti i commenti

Seguici sui nostri social

358,866FansLike
52,045FollowersFollow
1,810IscrittiIscriviti

Ricevi le offerte in anteprima

- Advertisement -

Novità

0
Facci sapere che cosa ne pensi!x
()
x