fbpx

TARI: dal 2023 sarà possibile pagare a rate e ricevere i rimborsi in massimo 6 mesi

Novità nel nuovo regolamento ARERA che dovrà essere adottato dai Comuni: si partirà il 1° gennaio 2023 con la possibilità di rateizzare i pagamenti e di ricevere i rimborsi in 120 giorni.

Ascolta questo articolo

Arrivano le nuove regole per il pagamento della TARI: l’ARERA, l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente, ha infatti pubblicato con una delibera un nuovo regolamento che dovrà essere adottato dai Comuni entro il 31 marzo 2022. Successivamente, le regole entreranno in vigore dal 1° gennaio 2023.

Ma di cosa si tratta?

Il nuovo regolamento ARERA sulla gestione dei rifiuti oltre alle richieste di attivazione, variazione e cessazione del servizio di raccolta rifiuti nei Comuni, tratta anche alcune novità sul pagamento delle rate e sulle richieste di rimborso.

Possibilità di pagare la TARI a rate (solo in alcuni casi)

- Advertisement -

Per quanto riguarda le nuove modalità di pagamento a rate, esse saranno possibili alla soddisfazione di determinati requisiti:

  1. Le rate devono essere di importo minimo di 100 euro (innalzamento della precedente soglia);
  2. I beneficiari devono essere titolari di un bonus sociale sulle bollette, oppure;
  3. Essere in condizioni economiche disagiate, oppure;
  4. L’importo delle bollette dovrà superare del 30% il valore medio degli ultimi 2 anni.

Rimborsi più veloci per somme non dovute

La novità sui rimborsi per la TARI porterà inoltre ad una accelerazione dei rimborsi: sarà possibile riceverli entro 120 giorni. Attualmente, il limite è di 180 giorni dalla presentazione della domanda.

Qui il link all’intera delibera dell’ARERA.



Da non perdere

0 0 voti
Valuta l'articolo
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Mostra tutti i commenti

Seguici sui nostri social

358,866FansLike
52,045FollowersFollow
1,810IscrittiIscriviti

Ricevi le offerte in anteprima

- Advertisement -

Novità

0
Facci sapere che cosa ne pensi!x