fbpx

Bonus 200€: l’Inps fa chiarezza sui tempi di erogazione e su chi ne può beneficiare

L'Inps dà maggiori informazioni sulle tempistiche di erogazione del bonus da 200€ erogato una tantum e su tutte le categorie che ne possono beneficiare.

Ascolta questo articolo
bonus 200€ Inps

Una delle novità più rilevanti (e più discusse) del Decreto aiuti è il cosiddetto bonus 200€, che consiste nell’erogazione una tantum di 200€ per dipendenti, autonomi e pensionati con redditi fino ai 35.000. Una misura che punta a venire incontro agli italiani alle prese con i rincari delle bollette e l’inflazione.

L’Inps, insieme al Ministero del Lavoro e delle politiche sociali, ha chiarito che “la retribuzione nella quale riconoscere l’indennità da parte dei datori di lavoro è quella di competenza del mese di luglio 2022”.

L’Inps ha però specificato quanto segue:

La retribuzione nella quale riconoscere l’indennità, in ragione dell’articolazione dei singoli rapporti di lavoro (ad esempio, part-time ciclici) o della previsione dei contratti nazionali di lavoro, può essere quella erogata nel mese di luglio, seppure di competenza del mese di giugno 2022.

- Advertisement -

In ogni caso, per l’erogazione del bonus è necessario che il rapporto di lavoro sussista nel mese di luglio 2022. 

L’Inps ha poi aggiunto che il bonus dovrà essere erogato anche “laddove la retribuzione di competenza risulti azzerata in virtù di eventi tutelati”. Ad esempio, in ragione della sospensione del rapporto di lavoro per ammortizzatori sociali in costanza di rapporto (CIGO/CIGS, FIS o Fondi di solidarietà, CISOA) o congedi.

Chi beneficia del Bonus di 200€ 

Il bonus 200€ per i dipendenti sarà erogato a tutti coloro che:

  • hanno beneficiato dell’esonero contributivo dello 0,8% nel primo quadrimestre 2022;
  • hanno avuto un reddito imponibile mensile massimo di  2.692€ in uno di questi mesi.

Ha diritto al bonus da 200€ anche chi è titolare di indennità di disoccupazione. In tal caso, come per i dipendenti pubblici, non sarà necessario presentare alcuna autodichiarazione.

Anche i pensionati riceveranno il bonus, purché siano residenti in Italia e abbiano un reddito personale ai fini Irpef per il 2021 inferiore a 35.000€.

Il bonus, infine, è rivolto anche ai lavoratori autonomi e professionisti iscritti alle gestioni previdenziali obbligatorie Inps. Ma per questa classe di beneficiari bisogna ancora attendere il necessario decreto attuativo.



Da non perdere

0 0 voti
Valuta l'articolo
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Mostra tutti i commenti

Seguici sui nostri social

358,866FansLike
52,045FollowersFollow
23,935FollowersFollow

Ricevi le offerte in anteprima

- Advertisement -

Novità

0
Facci sapere che cosa ne pensi!x